La TV è il mondo di SKY. Non potevamo non dedicarle un'area.

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor domenica 6 agosto 2017, 10:12

Dana White su Tyron Woodley e la prestazione con Demian Maia

Dopo la prestazione tutt’altro che esaltante offerta contro Demian Maia, Tyron Woodley è stato oggetto di critiche da parte del presidente UFC Dana White

Sabato scorso il campione in carica Tyron Woodley e lo sfidante Demian Maia si sono affrontati sulla distanza delle cinque riprese, con in palio la cintura dei pesi welter UFC.
Woodley si è portato a casa il match per mezzo di una decisione unanime, dopo una prova impeccabile dal punto di vista dei colpi ricevuti, ma d’altro canto eccessivamente statica e per nulla spettacolare.

Dana White, presidente dell’Ultimate Fighting Championship, ha così deciso di affrontare l’argomento e lo ha fatto, come di consueto, a suo modo…

Ascoltatemi. Quando fai segnare un nuovo record per il minor numero di colpi tirati in un match da 5 riprese, tirando circa 60 colpi, quando il record precedente era di circa 130, non c’è molto altro da dire.

Ho parlato un po’ con Tyron Woodley nel backstage dopo l’incontro. Mi ha detto “Ti ho sentito parlare della mia performance” e io ho detto “hai fatto segnare un record negativo questa sera. Questo parla da sé”.

Voglio dire, quel ragazzo (Demian Maia) combatteva con un solo occhio già nel primo round. Tyron Woodley è più veloce, più potente, i suoi pugni sono migliori, avrebbe potuto finirlo nel primo round o al massimo nel secondo.
Se potessimo telecomandarlo dall’esterno, quel ragazzo sarebbe una forza della natura, un fighter incredibile.

È facile dire “una vittoria è una vittoria”, ma se l’intera arena urla contro di te per tutto il tempo, vuol dire che quelle persone non vogliono vederti combattere e tu ti guadagni da vivere grazie a loro. Non è un bene che non vogliano vederti combattere. Questa è una cosa da tenere bene a mente.


Con la vittoria su Demian Maia di UFC 214, Tyron Woodley ha difeso il titolo per la terza volta consecutiva, dopo averlo conquistato a UFC 201 con uno spettacolare KO su Robbie Lawler.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor lunedì 7 agosto 2017, 8:20

UFC Fight Night “Pettis vs. Moreno”: Risultati rapidi

Risultati dell’evento “UFC Fight Night: Pettis vs. Moreno” del 5 agosto 2017 a Città del Messico (Messico)

Sergio Pettis batte Brandon Moreno
Decisione unanime (49-46, 48-46, 48-46) – Round 5 – 5:00

Alexa Grasso batte Randa Markos
Decisione non unanime (29-28, 28-29, 29-28) – Round 3 – 5:00

Niko Price batte Alan Jouban
TKO (Pugni) – Round 1 – 1:44

Humberto Bandenay batte Martin Bravo
KO (Ginocchiata e pugni) – Round 1 – 0:26

Sam Alvey batte Rashad Evans
Decisione non unanime (28-29, 29-28, 29-28) – Round 3 – 5:00

Alejandro Perez batte Andre Soukhamthath
Decisione non unanime (29-28, 28-29, 29-28) – Round 3 – 5:00

Jack Hermansson batte Bradley Scott
TKO (Colpi) – Round 1 – 3:50

Dustin Ortiz batte Hector Sandoval
KO (Pugni) – Round 1 – 0:15

Rani Yahya batte Henry Briones
Sottomissione (Kimura) – Round 1 – 2:01

Jose Quinonez batte Diego Rivas
Decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27) – Round 3 – 5:00

Joseph Morales batte Roberto Sanchez
Sottomissione (Rear-naked choke) – Round 1 – 3:56

Jordan Rinaldi batte Alvaro Herrera
Sottomissione (Von Flue choke) – Round 1 – 2:01

UFC.Fight.Night.114.Pettis.vs.Moreno.HDTV.x264-Ebi https://kickass.cd/ufc-fight-night-114- ... 07928.html
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor mercoledì 9 agosto 2017, 9:25

MMA alle Olimpiadi del 2024/2028?

Joe Carr, vice presidente senior della UFC, durante un’intervista rilancia l’idea delle MMA alle olimpiadi e lo fa con date molto più prossime di quello che si potrebbe ipotizzare

Con la vendita record che i fratelli Feritta hanno fatto nel 2016 alla mulitnazione WME-IMG, alcuni vertici della vecchia guardia sono cambiati, ma non tutti. Oltre alla figura storica e indissolubile del presidente Dana White, un altro “colletto bianco” decisamente meno main stream del presidente, ha mantenuto il suo ruolo, che persiste ormai dal marzo 2012: Joe Carr, vice presidente senior della UFC e direttore internazionale dei contenuti.

Pochi giorni fa in un noto podcast radio americano ha affrontato un argomento che periodicamente regala grandi emozioni a tutti i fan, e praticanti, del mondo delle arti marziali miste, ovvero quello di vedere “lo sport in più rapida ascesa del mondo” approdare finalmente alle Olimpiadi, il pantheon massimo nonché traguardo mediatico/economico di ogni atleta e disciplina sportiva.

Carr, che continua a viaggiare in tutto il mondo per supervisionare gli eventi internazionali della UFC, pensa che il mercato globale delle MMA si espanderà ancora di più nel prossimo decennio.

È solo una questione di tempo prima che questo sport diventi un fenomeno olimpico. Ci sono oltre 60 federazioni di MMA nel mondo dedicate alla supervisione e alla promozione dello sport, è una forte base per conquistare il riconoscimento da parte di SportAccord, organizzazione ombrello per la candidatura alle Olimpiadi.
Il riconoscimento del Comitato Olimpico Internazionale è vicino.


Secondo il vicepresidente senior già nel 2024 o nel 2028, le medaglie d’oro potrebbero essere le nuove cinture titolate:

Le Olimpiadi, come organizzazione e vendibilità, stanno cercando di diventare più giovani. Basti pensare alla maggioranza dei nuovi sport inseriti. Ecco giustificato il beach volley. Il surf farà parte delle prossime Olimpiadi come lo snowboard – tutti questi sport hanno presa sui più giovani, perché le vecchie fan base si stanno estinguendo.

Quale sport migliore per una nuova epoca che le MMA?


Se davvero fosse cosi è certo che questa cosa darebbe nuovo lustro e nuova spinta mediatica mondiale alle MMA.

Poco importa se gli sport da combattimento a contatto pieno, alle Olimpiadi, devono essere considerati dilettantistici (la boxe su tutti), per cui il regolamento avrebbe necessità di essere snaturato rispetto a quello professionistico che conosciamo oggi, o che negli anni fin troppe dietrologie siano state denunciate su come uno sport si possa “assicurare” l’ingresso alle Olimpiadi, o ancora il valore reale specifico che avrebbe, con un regolamentato olimpico, una medaglia d’oro rispetto ad una cintura di categoria di una grande promotion mondiale itinerante: le MMA alle Olimpiadi sarebbero un sogno che sdoganerebbe dal ghetto degli sport estremi una disciplina colma di Atleti con la A maiuscola.

Ma siamo sicuri che occorrano i meccanismi delle Olimpiadi per consacrare le MMA a livello mediatico mondiale?
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor martedì 22 agosto 2017, 8:43

UFC 216: Paige VanZant vs. Jessica Eye nei pesi mosca

L’evento UFC 216 del prossimo sette di ottobre segnerà il debutto della splendida Paige VanZant nelle 125 libbre contro “Evil” Eye scesa dai gallo

Paige VanZant esordirà contro Jessica Eye nei pesi mosca – 57 kg, il 7 ottobre a UFC 216! La costituzione della nuovissima categoria di peso femminile dei mosca continua. In realtà si tratta del secondo match della storia UFC in questa categoria, infatti il 18 giugno 2016 Joanne Calderwood e Valerie Letorneau (passata al Bellator) si affrontarono nella primissima sfida nelle 125 libbre, match che per la cronaca si concluse con la vittoria via TKO al terzo round ad appannaggio della striker scozzese.

Quella fu solamente una prova, questa volta la women’s flyweight verrà introdotta ufficialmente. Molte fighters di talento verranno ingaggiate nella categoria che potenzialmente potrebbe diventare la migliore in assoluto delle WMMA. Categoria che potrebbe arricchirsi oltre che di Paige “12 Gauge” VanZant (7-3) salita dai pesi paglia – 52 kg (per rilanciarsi definitivamente dopo la brutta sconfitta al primo round con la Waterson) e Jessica “Evil” Eye (11-6-1NC) scesa dai gallo – 61 kg dopo una prima esperienza nel 2011 in NAAFS (per cambiare l’inerzia della propria carriera a seguito di 4 sconfitte di fila), di tante altre lottatrici già presenti nel roster UFC, ma in altre classi di peso, come Julianna Pena e Liz Carmouche.

La divisione dei pesi mosca femminile al momento non dispone della cosiddetta “shining star” come lo è stata per i gallo Ronda Rousey, come lo è diventata per i paglia Joanna Jedrzejczyk o come lo è da sempre Cris Cyborg per i piuma, ma potrebbe averla presto, infatti ragazze come Jennifer Maia, Agnieszka Niedzwiedz, Andrea Lee o Mackenzie Dern (che probabilmente salirà di categoria), potrebbero segnare un’epoca. Tenendo contro che anche la succitata Jedrzejczyk probabilmente tenterà di entrare nella leggenda provando a conquistare la sua seconda cintura UFC, cosa mai riuscita a nessuna fighter.

Il match tra la VanZant e la Eye fungerà da apripista al TUF 26, che in questa edizione assegnerà il titolo inaugurale il primo dicembre presso il Park Theatre di Paradise. Il cast composto da 16 fighters e che avrà come allenatori Justin Gaethje e Eddie Alvarez, è già al completo:

Ariel Beck, DeAnna Bennett, Shana Dobson, Sijara Eubanks, Melinda Fabian, Karine Gevorgyan, Barb Honchak, Christina Marks, Roxanne Modafferi, Nicco Montano, Lauren Murphy, Rachel Ostovich-Berdon, Gillian Robertson, Maia Stevenson, Montana Stewart e Emily Whitmire.

Il roster oltre a Barb Honchak (ex campionessa Invicta FC di categoria) e Lauren Murphy (ex iridata IFC e peso gallo UFC), non è esattemente ciò che speravano molti addetti ai lavori, ma sicuramente qualcuna di loro si farà notare oltre ogni limite, mentre altre atlete verranno ingaggiate in seguito per rafforzare la categoria forse più talentuosa di tutto il panorama delle WMMA.

Il secondo incontro della storia UFC nei pesi mosca, si terrà sabato 7 ottobre a Las Vegas nella prestigiosa cornice della T-Mobile Arena, durante l’atteso evento UFC 216, il quale ha già in programmazione ben 9 incontri:

Beneil Dariush vs. Evan Dunham (-70 kg)
Nik Lentz vs. Will Brooks (-70 kg)
Magomed Bibulatov vs. John Moraga (-57 kg)
Paige VanZant vs. Jessica Eye (-57 kg)
Walt Harris vs. Mark Goodbeer (-120 kg)
Thales Leites vs. Brad Tavares (-84 kg)
Bobby Green vs. Lando Vannata (-70 kg)
Poliana Botelho vs. Pearl Gonzalez (-52 kg)
Marco Beltràn vs Matt Schnell (-57 kg)


Dopo il match tra “12 Gauge” VanZant ed “Evil” Eye ne sapremo di più su chi di queste due affascinati e talentuose lottatrici, avrà compiuto la scelta giusta nel cambiare categoria.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor giovedì 24 agosto 2017, 7:10

McGregor vs. Mayweather: Come vedere la diretta TV!

Tutte le informazioni necessarie su come vedere in diretta TV / streaming il match di Boxe tra Conor McGregor e Floyd Mayweather

Essendo l’UFC stessa a pubblicizzarlo, la notizia può essere ora considerata ufficiale: il match di Boxe tra Conor McGregor e Floyd Mayweather sarà trasmesso in diretta streaming pay-per-view su UFC Fight Pass al prezzo di 29,95 euro.

Prima di scrivere l’articolo abbiamo raggiunto telefonicamente l’assistenza clienti di Sky che ha confermato che la piattaforma non manderà in onda il match (si presume per motivi legati al prezzo molto alto di acquisizione dei diritti TV). L’unico canale ufficiale per vedere il match dall’Italia sarà quindi quello di UFC Fight Pass, al quale potete accedere cliccando su questo link: UFC Fight Pass. http://ppv.ufc.tv/order/

L’inizio previsto è fissato per le 3.00 italiane nella notte tra sabato e domenica. Il match verrà trasmesso in diretta streaming dalla T-Mobile Arena di Las Vegas (Nevada, Stati Uniti).

Per chi fosse interessato a scommettere sull’incontro (con quote molto interessanti su Conor McGregor), questo è il link del sito sul quale effettuare le proprie puntate: Scommesse sul match McGregor vs. Mayweather. https://betly.co/1db011063

_______________________________________________________________________________________________

Jon Jones ha fallito i test anti-doping di UFC 214

Jon Jones è risultato positivo ad uno di controlli anti-doping effettuati in occasione del match con Daniel Cormier di UFC 214

Il campione dei pesi massimi-leggeri (93 Kg) UFC Jon Jones è risultato positivo ad una sostanza vietata dopo un controllo in-competition della USADA, relativo al match di UFC 214 con Daniel Cormier combattuto ad Anaheim in California. L’atleta è stato sospeso preventivamente in attesa dell’esito definitivo.
Nel match Jones si aggiudicò la vittoria per TKO nella terza ripresa, riprendendosi così il titolo che non aveva mai perso all’interno dell’ottagono.

A quanto pare la cintura è già stata tolta dalla vita di Jon Jones e tornerà molto probabilmente a Daniel Cormier, ma il presidente UFC Dana White ha reso noto che la compagnia non ha ancora preso una decisione definitiva a riguardo.

Stando a quanto riportato dalla USADA, sembra che il campione risultato positivo sia relativo ad un test effettuato il 28 luglio subito dopo il weigh-in. Secondo alcune indiscrezioni non ancora confermate dalla USADA, la sostanza riscontrata sarebbe il turinabol, uno steroide per la cui positività è prevista una squalifica di almeno due anni.

Purtroppo non si tratterebbe della prima volta per Jon Jones, che è già stato sospeso in precedenza per questioni legate al doping, oltre che per motivi disciplinari dopo un arresto a seguito di un incidente stradale provocato.

Questo il comunicato stampa della USADA (U.S. Anti-doping Agency)…

Dato che dei rappresentanti di Mr. Jones hanno già reso nota la questione, la USADA può confermare che l’atleta è stato notificato circa una potenziale violazione della politica anti-doping, a seguito di un test in-competition effettuato il 28 luglio 2017 dopo il weigh-in di UFC 214.
Essendo il caso in corso, non possiamo ancora rivelare ulteriori dettagli sulla vicenda.


Davvero brutta tegola per Jon Jones che rischia a questo punto di finire anticipatamente la carriera.
Curioso come prima del rematch con Daniel Cormier, “Bones” avesse pubblicato questo stato sul proprio account Twitter…

Daniel dice che l’unica ragione per la quale l’ho battuto nel primo match è stata perché avevo assunto steroidi, mi chiedo quale sarà la sua scusa questa volta

Immagine
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor venerdì 25 agosto 2017, 7:12

Daniel Cormier su Jon Jones: “Non so più che pensare”

Dopo la notizia che vede l’ormai ex campione dei pesi massimi-leggeri UFC nuovamente positivo al doping, il suo storico rivale Daniel Cormier dice la sua

La notizia che Jon Jones è risultato nuovamente positivo al doping è ormai sulla bocca di tutti gli appassionati, ed è quasi riuscita a spodestare la frenesia per il match di pugilato tra l’attuale campione dei pesi leggeri (70 kg) UFC Conor McGregor e l’imbattuto campione di pugilato Floyd Mayweather jr. di questo sabato 26 agosto.

Data ormai come notizia certa, e aspettando la decisione ufficiale della UFC in merito alla riassegnazione del titolo, il rivale sportivo di sempre Daniel Cormier, ha voluto rilasciare ai media una sua dichiarazione a caldo:

È difficile trovare parole per descrivere come mi sento adesso.

Sono deluso nell’apprendere questa notizia. Ci sono molte emozioni in ballo.

Come atleti abbiamo il diritto ad un processo adeguato e mi asterrò dal dire di più finché non so esattamente cosa è successo.

Nella mia mente, il 29 luglio ho gareggiato ed ho perso. Pensavo che Jon Jones fosse stato l’uomo migliore quel giorno.

Non so più cosa pensare.

Non posso credere che stiamo attraversando tutto questo di nuovo. Vedremo cosa accadrà più avanti.

Grazie a tutti i miei fan che mi hanno sostenuto durante questo periodo buio. Vi voglio molto bene a tutti.


È abbastanza verosimile lo sconvolgimento che si evince nella parole di Daniel Cormier, che vivrà il tutto come un immenso déjà vu. Nel luglio 2016, appena due giorni prima del suo match di riunificazione del titolo di categoria contro Jon Jones nello storico UFC 200, ha ricevuto la notizia dal presidente Dana White in persona che “Bones” era stato trovato positivo a due bloccanti degli estrogeni ed era stato rimosso con effetto immediato dal match dalla USADA (United States Anti-Doping Agency).

Dopo questa sua prima positività, Jon Jones è stato sospeso per un anno ed è stato privato del titolo ad interim vinto durante il periodo di assenza dell’allora detentore Cormier, in quel periodo fuori per un infortunio.

Ora il futuro della divisione dei pesi massimi leggeri (93 kg) UFC è incerto in quanto la USADA deve ancora effettuare un processo completo a Jones post esami, che comunque viene temporaneamente sospeso dalle attività agonistiche con effetto immediato.

Se tutto dovesse essere confermato, vista la recidività dei test positivi, Jon Jones rischia fino a quattro anni di interdizione dalle attività agonistiche, e al 90% ciò comporterebbe anche la fine della sua carriera sportiva nelle MMA, quantomeno con le prestazioni alle quali ci ha abituato, “aiutate” o meno.

L’UFC comunque non ha ancora ufficializzato la privazione del titolo a Jon Jones, anche se sembra una scelta tutelativa inevitabile.

Nell’intervista a caldo di Joe Rogan post sconfitta a UFC 214, divenuta ormai iconica, Daniel Cormier rispose cosi sullo stato di quel momento riguardante la rivalità con Jon Jones:

Se ha vinto entrambi i match, probabilmente non esiste nessuna rivalità.

Nonostante Cormier espresse interesse nel chiudere la trilogia con Jon Jones, questa inaspettata notizia potrebbe non far mai arrivare quel momento, ma riconsegnare, seppur in maniera dolce amara, la cintura di campione dei massimi-leggeri (93 kg) UFC intorno ai suoi fianchi.

Ma la domanda che forse tutti, Daniel Cormier in primis, continueremo a farsi sarà: Jon Jones sarebbe stato un campione cosi dominante anche senza il sostegno del doping?
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor sabato 26 agosto 2017, 9:25

Georges St-Pierre: “Ritorno in UFC per fare più male!”

L’ex campione dei pesi welter UFC Georges St-Pierre ci tiene a far sapere a tutti che il suo ritorno in gabbia sarà più aggressivo che mai

In una recente intervista, il dominatore della categoria dei pesi welter (77 kg) UFC dal 2007 al 2013 ha dichiarato di voler tornare in una nuova veste, più determinata, “arrabiata” e risoluta.

A 4 anni dal suo ritiro, o per meglio dire, dalla sua pausa nelle MMA, St-Pierre rientrerà con una sfida titolata, ma questa volta in una categoria superiore, quella dei pesi medi (84 kg) che lo vedrà contrapposto all’attuale campione di categoria Michael Bisping.

Questo incontro ha subìto diversi cambi di rotta, annunciato in una conferenza stampa di marzo, sembrava poi non doversi più disputare a causa di tempistiche più lunghe per il rientro di St-Pierre e per non tenere in stallo l’intera categoria nella corsa al titolo.

Questa volta a riconfermare la fattibilità del match è proprio l’ex campionissimo dei pesi welter, che anche a fronte delle critiche di fine carriera, che lo vedevano osteggiato dai fan per la sua presunta mancanza di voglia nel concludere l’incontro, o l’essere fin troppo tattico giocando alla lettera con il regolamento, non prendendosi mai nessun rischio a scapito della spettacolarità, ha recentemente dichiarato:

Mi sono allenato su molti più dettagli. Sarò di nuovo li per fare male a quei ragazzi e andare a finirli, sottometterli, romperli. Andrò per spezzarli. Andrò per metterli KO o per fratturarli se avrò una sottomissione. Finché non si arrende. Sarò più opportunista.

A quanto pare è un Georges St-Pierre 2.0 quello che si è imposto in questa intervista. Una veste sicuramente inedita per il campione rispettoso e sportivo a cui ci aveva abituato, sopratutto a fine carriera. Se questa veste potremmo attribuirla ipoteticamente al rinnovato trend delle star milionarie delle MMA, a partire da Ronda Rousey, passando per Jon Jones, per arrivare al fin troppo citato Conor McGregor, la domanda probabilmente più appropriata è come mai sembrava non avere questo atteggiamento con i suoi ultimi avversari prima del ritiro:

I miei avversari precedenti accettavano la sconfitta. Sapevano che avrebbero perso prima della fine della lotta. Combattevano per non farsi troppo male, invece di combattere per vincere.

Per quel che mi riguarda stavo combattendo per vincere, ma era difficile. Sapevo che se mi esponevo a inutili aperture potevo essere colpito.

Per quel che riguarda invece la sua sfida titolata contro Michael Bisping, confermata per il 4 novembre al Madison Square Garden di New York, GSP non si aspetta che l’inglese sia uno che accetti la sconfitta prima che accada. La stella canadese crede che l’inglese sia un degno avversario e lo ha lodato per la sua resistenza:

Sarà difficile. Michael è un uomo molto coraggioso. Si fa sempre sotto. Non arretra. Mentalmente è molto duro.

Ma se ci saranno aperture o probabilità di porre fine subito alla lotta, non me le farò scappare.

Ho incentrato la mia nuova formazione sull’essere più opportunista durante le fasi del match. Sarò più arrabbiato alla fine.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor domenica 27 agosto 2017, 10:02

Rivelati i guadagni garantiti di McGregor e Mayweather

Quanti soldi guadagneranno di certo Conor McGregor e Floyd Mayweather dopo il match di boxe di questa notte? Ecco le cifre…

Quanto Conor McGregor e Floyd Mayweather guadagneranno in totale dopo il loro match non ci è dato saperlo, nonostante siano state fatte numerose stime a riguardo. Ciò che però ora sappiamo è quali sono le loro borse minime per l’incontro, cioè quelle sotto alle quali i due non potranno scendere.

A rivelare queste informazioni ci ha pensato la NSAC, Nevada State Athletic Commission.
Secondo quanto riportato dalla commissione, Floyd Mayweather ha una borsa garantita di 100 milioni di dollari, mentre Conor McGregor di 30 milioni.

Questi numeri sono però destinati ad aumentare vertiginosamente, dato che i due avranno anche una percentuale sui pay-per-view venduti e sui biglietti di ingresso della T-Mobile Arena di Las Vegas, luogo in cui si svolgerà il match.

Stando alle parole del presidente UFC Dana White, questo match andrà a distruggere il precedente record di pay-per-view vendute (4,6 milioni di dollari), quello dell’incontro tra Mayweather e Pacquiao del 2015. In quell’occasione Floyd Mayweather guadagnò complessivamente 220 milioni di dollari.

Lo stesso Conor McGregor ha recentemente dichiarato che se le vendite di pay-per-view dovessero andare bene quanto previsto, il suo guadagno totale supererebbe tranquillamente i 100 milioni di dollari.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor domenica 27 agosto 2017, 11:52

Mayweather vs McGregor – Conor si è divertito, ma c’è spazio per l’ultima polemica: “TKO? Penso che l’arbitro…”

Mayweather vs McGregor, la sfida è terminata con la vittoria del pugile statunitense, come da pronostico. Conor ammette però di esseresi divertito, anche se non si fa sfuggire un’ultima polemica

Mayweather vs McGregor: le parole a caldo di Conor – Dopo mesi di provocazioni, faccia a faccia infuocati, trash talking e guerriglia verbale, il ring della T-Mobile Arena di Las Vegas ha emesso il suo verdetto finale: Floyd Mayweather ha battuto Conor McGregor per TKO. Un match tutto sommato godibile, che ha visto McGregor partire forte nei primi round, conscio di non poterla tirare troppo per le lunghe, ma che poi si è spento alla distanza, contro la difesa granitica e i letali colpi di Floyd in risposta.

Mayweather vs McGregor: le parole a caldo di Conor – Alla fine del match McGregor si è detto tutto sommato contento della sfida, sottolineando come si sia anche divertito e abbia intrattenuto il pubblico maggiormente, salvo poi fare un piccolo appunto all’arbitro sulla decisione di sospendere il match. “Ho guadagnato i primi round. Lui è rimasto composto. Non è così veloce, non è così tanto potente, ma ragazzi, ha davvero una grande capacità di autocontrollo. Io ho avuto un po’ più di divertimento sotto questo punto di vista, spero di aver intrattenuto i fans. – ha spiegato McGregor che poi in merito al TKO ha detto – Penso che la fine del match fosse vicina, lo stop è stato dato troppo presto. Ero un po’ affaticato. Credo che l’arbitro avrebbe dovuto farmi continuare. Mayweather ha una tale compostezza nel boxare che gli deriva da 50 combattimenti a livello pro. Io sono stato qui prima, sono stato strangolato in diretta tv e ci sono ritornato. C’è stato un po’ di casino per arrivare qui, in questo strano circolo (la Boxe, ndr), tutto è differente, ma mi sono divertito molto”.

Watch McGregor Vs MayWeather 8/26/17

Mcreger Vs Mayweather Segment Dailymotion FULL FIGHT http://loanedus.com/edu/find.php?file=k ... HhOmwomPyI

Immagine
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: The Ultimate Fighter

Messaggiodi triplethor mercoledì 30 agosto 2017, 9:53

Rodolfo Vieira: Vittoria bis nelle MMA!

Il pluricampione del mondo di BJJ Rodolfo Vieira ha bissato il successo del 10 febbraio.”The Black Belt Hunter” ha combattuto nella card di Shooto Brasil 74

Ancora una vittoria nelle Mixed Martial Arts per Rodolfo Vieira! Il grappler ha sconfitto Fagner Rakchal (sostituto di Natalicio Filho) per sottomissione (Arm-Triangle Choke), a pochissimi secondi dalla fine del terzo round, nel co-main event dello Shooto Brasil 74, domenica scorsa, 27 agosto.

Classe 1989, (compirà 28 anni il prossimo 25 settembre) brasiliano, fenomeno del BJJ, Rodolfo “The Black Belt Hunter” Vieira (2-0), ha ottenuto un’altra vittoria dopo quella all’esordio per sottomissione al primo round contro l’asiatico (Kirghizistan) Zarylbek Daniyar (AFGC) via Rear-Naked Choke il 10 febbraio, battendo all’Upper Arena di Rio de Janeiro (sua città natale) sotto gli occhi di parenti ed amici, un avversario più solido rispetto al primo affrontato, che ha resistito per tre round prima di cedere alla morsa letale del jutsuka, preceduta da un efficace Ground and Pound con il quale ha stordito in modo decisivo il malcapitato Rakchal.

Peso massimo-leggero – 93 kg, ha però l’obiettivo di continuare a combattere nelle Arti Marziali Miste nella categoria attigua ovvero i pesi medi – 84 kg, dove potrebbe far brillare la sua stella sempre di più, magari nell’Ultimate Fighting Championship come erede naturale dell’immenso Ronaldo “Jacarè” Souza.

Nella stessa card un altro esponente verdeoro di assoluto rilievo dell’Arte Suave passato quest’anno alle MMA come Bruno Malfacine (1-0), (arbitrato da Mario Yamasaki) ha esordito nei pesi mosca – 57 kg con una fulminea vittoria per sottomissione (Armbar), al primo round contro Romario Garcia. Altro nome quello di Malfacine, che potrebbe rientrare quanto prima nei piani dell’UFC per implementare il roster della sua categoria meno amata: i flyweight.

In futuro dovrà essere testato contro avversari di caratura superiore, di conseguenza il prossimo impegno per Rodolfo Vieira è ancora in fase embrionale, ma molto probabilmente stiamo assistendo alla nascita di una Supernova delle MMA internazionali!
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.236
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

PrecedenteProssimo

Torna a Televisione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Powered by phpBB © phpBB Group
Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Inserisci l'indirizzo e-mail con cui ti sei registrato

Recupera il tuo Sky iD
Ti informiamo che a breve riceverai via mail il tuo username
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Recupera password
Username non trovato in archivio.
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...