Hai il Diavolo nel cuore? Entra qui e condividi la tua passione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi thehate lunedì 11 settembre 2017, 19:03

Potenzialmente sarebbero da vincere tutte.
Alla fine fare 3 punti contro una piccola o farli contro una grande cambia poco, sempre 3 punti rimangono.
Quindi sfruttiamo le piccole per rimanere in scia
La tua vita non ha senso senza un po' di thehate.
Avatar utente
thehate
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 2.106
Iscritto il: venerdì 5 luglio 2013, 12:56
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi joys14 martedì 12 settembre 2017, 13:50

papero89 ha scritto:
joys14 ha scritto:Troppa euforia ad agosto e troppo pessimismo a settembre : Chessygrin :


io rimango coerente.... : Chessygrin :
abbiamo la rosa per arrivare tranquillamente 3 o 4.... : Thumbup : ...poi ovviamente dipende dall'allenatore che deve trovare l'assetto giusto...dai giocatori che devono avere la giusta mentalità......

Sulla mentalità bisogna lavorare molto, il paradosso è che l'anno scorso avevano scarsa qualità, ma non si mollava mai quest'anno al primo svantaggio siamo andati in tilt completo......
Immagine
Avatar utente
joys14
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 9.538
Iscritto il: venerdì 6 maggio 2011, 15:36
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi v8090366 martedì 12 settembre 2017, 16:45

papero89 ha scritto:
joys14 ha scritto:Troppa euforia ad agosto e troppo pessimismo a settembre : Chessygrin :


io rimango coerente.... : Chessygrin :
abbiamo la rosa per arrivare tranquillamente 3 o 4.... : Thumbup : ...poi ovviamente dipende dall'allenatore che deve trovare l'assetto giusto...dai giocatori che devono avere la giusta mentalità......


Può darsi che arriveremo al 3° o 4° posto ma non credo "tranquillamente"...Se raggiungeremo la zona CL avremo solo fatto il nostro dovere...ce lo impone una rosa che è seconda solo a Juve e Napoli e poi all'Inter che ha un allenatore che invidio!
Le altre squadre,Lazio inclusa,sono a noi inferiori e non possiamo assolutamente permetterci,visti gli esborsi del mercato,di non avere un rientro immediato o quasi!

Ecco perchè mi sarei aspettato il cambio dell'allenatore a inizio stagione...non perchè Montella non sia bravo ma perchè serviva (e secondo me serve) uno talmente bravo da non farci rischiare di non arrivare tra le prime 4.
Montella ha molto da imparare soprattutto rispetto ai suoi colleghi che allenano le squadre che arriveranno davanti a noi e quelle che ci contenderanno le posizioni di classifica più importanti!
v8090366
Maestro
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 6.248
Iscritto il: domenica 27 marzo 2011, 12:20
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi papero89 martedì 12 settembre 2017, 22:52

v8090366 ha scritto:
Ecco perchè mi sarei aspettato il cambio dell'allenatore a inizio stagione...non perchè Montella non sia bravo ma perchè serviva (e secondo me serve) uno talmente bravo da non farci rischiare di non arrivare tra le prime 4.
Montella ha molto da imparare soprattutto rispetto ai suoi colleghi che allenano le squadre che arriveranno davanti a noi e quelle che ci contenderanno le posizioni di classifica più importanti!


carriera di montella;
subentrato alla roma e la porta in europa league
11 con il catania
4 per 3 anni con la fiorentina(finale di coppa italia e semifinale di coppa italia)
subentrato alla samp..salvezza tranquilla
6 con il milan piu la supercoppa

ha sempre raggiunto gli obiettivi prefissati....dando anche un impronta alle sue squadre....
direi che la conferma è piu che meritata...
papero89
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 13.344
Iscritto il: giovedì 14 febbraio 2008, 13:09
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi loziolele mercoledì 13 settembre 2017, 9:13

a me Montella piace, ma temo che sia più che altro un ottimo traghettatore che ci potrà portare (non così tranquillamente) in CL.
se poi però vogliamo ambire a traguardi più importanti (scudetto, piazzamento nelle prime 4-8 in CL) mi sa che serve qualcuno più... "più".
ma cominciamo a vedere come va quest'anno.
Avatar utente
loziolele
Esperto
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 4.434
Iscritto il: venerdì 20 agosto 2010, 14:24
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi v8090366 mercoledì 13 settembre 2017, 11:00

papero89 ha scritto:
v8090366 ha scritto:
Ecco perchè mi sarei aspettato il cambio dell'allenatore a inizio stagione...non perchè Montella non sia bravo ma perchè serviva (e secondo me serve) uno talmente bravo da non farci rischiare di non arrivare tra le prime 4.
Montella ha molto da imparare soprattutto rispetto ai suoi colleghi che allenano le squadre che arriveranno davanti a noi e quelle che ci contenderanno le posizioni di classifica più importanti!


carriera di montella;
subentrato alla roma e la porta in europa league
11 con il catania
4 per 3 anni con la fiorentina(finale di coppa italia e semifinale di coppa italia)
subentrato alla samp..salvezza tranquilla
6 con il milan piu la supercoppa

ha sempre raggiunto gli obiettivi prefissati....dando anche un impronta alle sue squadre....
direi che la conferma è piu che meritata...


Alla Roma sinceramente non lo ricordo...
Il Catania era una discreta squadra e giocare in trasferta lì non era affatto semplice!
La Fiorentina era una buona squadra e la qualificazione in EL ci stava senza fare miracoli!
Subentra alla Samp e fa una media punti inferiore a quella di Zenga!
L'anno scorso sappiamo tutti come è andata...ottimo fino a dicembre,mediocre il rendimento da gennaio...nel complesso bene (visto che abbiam vinto la supercoppa e centrato la qualificazione all'EL) ma questi sbalzi di rendimento per una squadra che ambisce a obiettivi ben più importanti e difficili da centrare non sono permessi!

Io non ho detto che Montella non va bene o che non è un buon allenatore,ho detto che VISTA L'ESIGENZA ECONOMICA OLTRE CHE SPORTIVA DI CENTRARE LA QUALIFCIAZIONE IN CL ERA NECESSARIO PRENDERE UN ALLENATORE COL QUALE NON ESISTESSE NEANCHE IL MINIMO RISCHIO DI NON RIENTRARE FRA LE PRIME 4 (tipo Spalletti x fare solo un esempio)!
Purtroppo con Montella questo rischio c'è...vuoi x inesperienza,vuoi per disabitudine a lottare x obiettivi così alti,vuoi perchè non ancora si sa se si tratta di un grande allenatore o solo di un discreto allenatore....
v8090366
Maestro
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 6.248
Iscritto il: domenica 27 marzo 2011, 12:20
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi marmalaguti venerdì 15 settembre 2017, 14:03

Domenica 10 Settembre 2017, ore 15:00, Lazio-MILAN, 3a giornata serie A 4-1

Giovedì 14 Settembre 2017, ore 19:00, Austria Vienna-MILAN, 1a giornata Gruppo D Europa League 1-5

Domenica 17 Settembre 2017, ore 15:00, MILAN-Udinese, 4a giornata serie A

Mercoledì 20 Settembre 2017, ore 20:45, MILAN-Spal, 5a giornata serie A

Domenica 24 Settembre 2017, ore 12:30, Sampdoria-MILAN, 6a giornata serie A

Giovedì 28 Settembre 2017, ore 21:05, MILAN-Rijeka, 2a giornata Gruppo D Europa League


Dimenticata no, non sarebbe possibile. E nemmeno giusto. Ma almeno un po’ annacquata, questo sì. Il Milan riscatta la figuraccia di Roma prendendosi il palcoscenico al primo atto della fase a gironi di Europa League: Austria Vienna, nobile decaduta del calcio austriaco sepolta sotto cinque gol dai rossoneri che, ispirati da un Calhanoglu in serata di grazia e dall’infallibilità di André Silva, sottoporta sono stati chirurgici: niente sprechi e molta, moltissima sostanza. Poi, è chiaro, una grossa mano l’ha data il valore dell’avversario, che si è mantenuto sul livello dei turni preliminari: molto basso. Ma non è il caso di fare gli schizzinosi: serviva una prova di sostanza e di convinzione per ripartire dopo la Lazio, e questa è arrivata. Di certo non è colpa dei rossoneri se i sorteggi hanno messo sul cammino avversari morbidi morbidi.

Rispetto al disastro di Roma Montella ha cambiato parecchio. Nel modulo, passando dal 4-3-3 a quel 3-5-2 che in molti avrebbero voluto vedere prima e che fin qui era stato rinviato per mancanza di prove. E negli uomini: sono rimasti a lavorare a Milanello Rodriguez e Borini, Musacchio ha ceduto il posto a Zapata. In mediana, fiducia a Calhanoglu, con Bonaventura – reduce da diverse settimane di stop – ancora in panchina. La vera novità, però, è stata davanti: spazio dal primo minuto alla coppia Kalinic-André Silva, una primizia assoluta. Il portoghese si conferma personaggio a proprio agio sui palcoscenici europei e ne infila due in pochi minuti, ma la scena in realtà gliela ruba Calhanoglu, che è stata la vera nota lieta della serata. Il nazionale turco tecnicamente è partito accanto a Biglia da interno, ma in realtà ha fatto un po’ di tutto: la mezzala, il trequartista e anche la terza punta. Il primo gol è una sua invenzione, con un destro di prima sotto la traversa più simile a un siluro che a un tiro. Dopo di che, due assist sontuosi per André Silva, messo in entrambe le occasioni davanti al portiere austriaco.

Dopo il terzo gol i rossoneri hanno tirato comprensibilmente il freno a mano, senza correre particolari pericoli eccezion fatta per un buon riflesso di Donnarumma e un autogol sfiorato da Biglia. La ripresa si è aperta con un lampo viola, propiziato da un calo di attenzione di Zapata, che sugli sviluppi di un angolo ha lasciato troppo spazio a Borkovic: un tre a uno che ha acceso per qualche minuto gli austriaci – non benissimo il rientro dagli spogliatoi per il Milan -, fino al quarto gol del Milan, che ha fatto calare definitivamente il sipario sulle aspirazioni viennesi: in copertina ancora André Silva, stavolta su assist di Kessie. La passeggiata è stata completata da Suso, in rete con un tiro (deviato) dalla distanza un minuto dopo aver rilevato Kalinic. Poi, semplice accademia: Vienna troppo sconfortato per portare ancora pericoli, e Milan troppo sazio per spingere ancora sull’acceleratore. Per essere la prima sfida del girone, va più che bene così.

(Gazzetta.it)
"Un uomo sulla Luna non sarà mai interessante quanto una donna sotto il sole"(Fechtner)

Firma by cls320
Immagine

1°CLASSIFICATO FABBRICA CHALLENGE 2015-2016
Avatar utente
marmalaguti
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 22.932
Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 19:38
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi joys14 sabato 16 settembre 2017, 10:46

e adesso sotto con la nostra bestia nera Udinese......
Immagine
Avatar utente
joys14
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 9.538
Iscritto il: venerdì 6 maggio 2011, 15:36
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi marmalaguti lunedì 18 settembre 2017, 16:26

Domenica 10 Settembre 2017, ore 15:00, Lazio-MILAN, 3a giornata serie A 4-1

Giovedì 14 Settembre 2017, ore 19:00, Austria Vienna-MILAN, 1a giornata Gruppo D Europa League 1-5

Domenica 17 Settembre 2017, ore 15:00, MILAN-Udinese, 4a giornata serie A 2-1

Mercoledì 20 Settembre 2017, ore 20:45, MILAN-Spal, 5a giornata serie A

Domenica 24 Settembre 2017, ore 12:30, Sampdoria-MILAN, 6a giornata serie A

Giovedì 28 Settembre 2017, ore 21:05, MILAN-Rijeka, 2a giornata Gruppo D Europa League


Non di sole cose formali può vivere questo Milan. Per ripartire anche in campionato, serviva sostanza. E la sostanza ce la mette Kalinic, che con una doppietta da urlo si mangia l’Udinese e riporta il sorriso a San Siro: finisce 2-1, Montella incassa i tre punti e i suoi ragazzi si tolgono di dosso i lividi dei c a z z o t t i presi dalla Lazio una settimana fa. La sostanza dunque c’è, quanto all’estetica il bel Diavolo sognato dai tifosi si vede solo a sprazzi. Il nuovo assetto garantisce più densità in mezzo al campo, ma la difesa a tre deve ancora assestarsi negli equilibri e nei movimenti, specie quelli del suo leader Bonucci.

Movimento, sacrificio, spazi per i compagni ma soprattutto gol. Questo è quello che Montella chiedeva a Nikola Kalinic e il croato ha barrato tutte le caselle. Il primo centro in rossonero, al 22’, se lo costruisce con la collaborazione di Calabria: apertura per il terzino e zampata rapidissima sul cross di ritorno, bruciati Scuffet e il marcatore. Il secondo, al 31’, è un altro saggio di “centravantismo” in area di rigore: angolo di Suso, sponda di Kessie e altro anticipo su mezza difesa bianconera. E poi ci sono un palo su colpo di testa che per qualche centimetro non manda in rete Bonucci, e un altro centro, nel finale di partita, annullato dalla Var per fuorigioco (come era capitato all’Udinese con Lasagna sullo 0-0). Kalinic segna, e lo fa al momento giusto, perché il raddoppio arriva tre minuti dopo l’1-1 di Lasagna, “pescato” da un disimpegno folle di Romagnoli. Kalinic si muove, dialoga, si fa trovare al posto giusto sui cross dei compagni: San Siro si sta riabituando a vedere un vero “9” sotto porta, i vuoti di Bacca gli avevano fatto perdere l’abitudine.

COSA VA — Kalinic a parte, Montella ha avuto le risposte che cercava da Calabria, tra i migliori in campo. Disastroso all’Olimpico, efficace oggi: il vice Conti fa impazzire Samir sulla fascia (lo scherza anche con un tunnel), accende Kalinic per l’1-0 e pesca Bonaventura per il possibile tris. In ripiegamento non sbanda e dialoga alla grande anche con Kessie. L’ivoriano è l’altra nota positiva del pomeriggio rossonero: i suoi inserimenti in area sono quasi sempre pericolosi, la grinta che ci mette esalta la Curva come pochi altri.

COSA NON VA — Contro la banda Delneri il Milan tutto sommato non rischia tantissimo, ma la sensazione di incertezza negli uno contro uno e nelle situazioni di palla persa serpeggia per 90 minuti e fa tremare i 50mila del Meazza qualche volta di troppo. Il 4-5-1 dell’Udinese è fatto per approfittare dei palloni concessi in mediana dai rossoneri, Delneri ha istruito i suoi per mandare in porta Lasagna, il più rapido, a pallone riconquistato, ma Bonucci e i due colleghi di reparto soffrono troppo i break: il capitano sbaglia ancora troppi anticipi e rischia su Fofana nel finale. L’idea è che il 3-5-2 di Montella crescerà pari passo alla condizione di Leo. La Spal, mercoledì, dirà a che punto siamo nel cammino.

(Gazzetta.it)
"Un uomo sulla Luna non sarà mai interessante quanto una donna sotto il sole"(Fechtner)

Firma by cls320
Immagine

1°CLASSIFICATO FABBRICA CHALLENGE 2015-2016
Avatar utente
marmalaguti
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 22.932
Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 19:38
Aggiungi voto reputazione

Re: Calendario di Settembre 2017

Messaggiodi marmalaguti giovedì 21 settembre 2017, 19:51

Domenica 10 Settembre 2017, ore 15:00, Lazio-MILAN, 3a giornata serie A 4-1

Giovedì 14 Settembre 2017, ore 19:00, Austria Vienna-MILAN, 1a giornata Gruppo D Europa League 1-5

Domenica 17 Settembre 2017, ore 15:00, MILAN-Udinese, 4a giornata serie A 2-1

Mercoledì 20 Settembre 2017, ore 20:45, MILAN-Spal, 5a giornata serie A 2-0

Domenica 24 Settembre 2017, ore 12:30, Sampdoria-MILAN, 6a giornata serie A

Giovedì 28 Settembre 2017, ore 21:05, MILAN-Rijeka, 2a giornata Gruppo D Europa League


Il Milan vince ancora, nove partite su dieci dall’inizio della stagione, quattro su cinque in campionato come non succedeva da 14 anni (scudetto con Ancelotti) e qualcosa vorrà pur dire. Però, diciamolo con onestà, lo spettacolo non è un granché. Servono due rigori, uno per tempo, evidente il primo, più generoso il secondo, a spedire la Spal all’inferno senza neppure transitare dal purgatorio. Il campetto di San Siro ha le stesse regole di tutti i parchi italiani: chi si procura il rigore, lo calcia. Ricardo Rodriguez per il primo gol, Kessie per il secondo. Uno di sinistro, uno di destro. La doppia decisione di Abisso è stata presa senza Var apparente e con poche polemiche… e anche questa è una notizia. L'altra, la più importante, è che il Milan ha scavalcato la Lazio ed è entrato nella Terra Promessa: è quarto, in zona Champions.

La Spal è molto più sotto e un po' ha deluso. Non era qui per vincere ma non ha mai dato l'impressione di poterlo fare. Di più, non è mai stata pericolosa e il Milan ha tenuto palla, con il possesso che piace a Montella, più o meno dall'inizio alla fine. Per il resto, conferme. La Spal magari non gioca bene, ma è difficile che faccia giocare bene un avversario. Il Milan lo ha imparato in fretta perché da Vicari a Paloschi, difensore centrale e centravanti, spesso c'erano 25 metri e il gioco faticava a scorrere. La difesa a tre si trasformava in una «cinque» e anche Kalinic, dopo i due gol e mezzo di domenica, ha trovato poco spazio. Il primo tiro di Nikola è arrivato al 17', pochi secondi dopo ecco anche la prima scossa di elettricità: uno-due tra Kalinic e André Silva, palla ad Abate e tiro di destro. Centrale ma forte: bravo Gomis a deviare in angolo. Sembrava un episodio, invece il Milan ha carburato. In due minuti sono arrivati due colpi di testa da angolo: prima Zapata, poi Bonucci. E al minuto 25, con mezzo Milan accampato nell'area della Spal, Ricardo Rodriguez ha calciato in porta. Gomis ha respinto e toccato la gamba di Kalinic, scatenando l'inevitabile: fischio, rigore.

La partita, già non vivacissima, si è un po' addormentata. Donnarumma ha salvato una situazione antipatica a 7 minuti dall'intervallo e André Silva ha mostrato qualche spunto in una partita normale, in cui ha dato sempre l'impressione di tenere un po' troppo la palla. Tra i migliori del Milan, invece, Biglia e Bonucci. Lucas sta sviluppando un feeling particolare con San Siro, Leo ha salvato davanti alla porta alla fine dell'azione più pericolosa della Spal: cross di Lazzari da destra, colpo di testa di Mattiello sull'altro lato. Poi, ovviamente, Kessie. Franck ha confermato il momento di forma – è in crescita – e con il rigore ha chiuso la partita. Montella a quel punto ha pensato al futuro e ha cominciato a ruotare: dentro Suso, Bonaventura e Locatelli. È cambiato poco. La Sud, che ha cantato per quasi tutta la partita, a quel punto si è concentrata sui due obiettivi della serata: un coro anti-Samp, per portarsi avanti per la trasferta di domenica, e mille fischi a Borriello. Tra gli ex meno amati, uno dei meno amati.

Il Milan vince con il minimo sforzo ma sul piano del gioco non incanta. Il sospetto è che a lungo andare così non possa bastare. Quando arriveranno le partite vere, magari già domenica a Marassi contro la Sampdoria, sicuramente il primo ottobre a San Siro con la Roma, servirà molto di più. Più convinzione, per esempio. Più grinta, anche più velocità di esecuzione. Montella, saggio com'è, sa che il lavoro è ancora tanto e la strada verso la gloria lunghissima.

(Gazzetta.it; Corriere.it)
"Un uomo sulla Luna non sarà mai interessante quanto una donna sotto il sole"(Fechtner)

Firma by cls320
Immagine

1°CLASSIFICATO FABBRICA CHALLENGE 2015-2016
Avatar utente
marmalaguti
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 22.932
Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 19:38
Aggiungi voto reputazione

PrecedenteProssimo

Torna a Milan

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Powered by phpBB © phpBB Group
Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Inserisci l'indirizzo e-mail con cui ti sei registrato

Recupera il tuo Sky iD
Ti informiamo che a breve riceverai via mail il tuo username
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Recupera password
Username non trovato in archivio.
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...