LO spazio per parlare di sport che non hanno una loro area

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi jionny mercoledì 30 agosto 2017, 20:16

Purtroppo quando passa una certa eta' non e' facile capire se e' il fisico o la mente..probabilmente la testa andrebbe molto veloce ma il fisico lo supporta per alcuni tratti ,quando piu' quando meno.
Immagine
    BY ZAZZICCHIO
Avatar utente
jionny
Interisti
Interisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 15.599
Iscritto il: lunedì 14 settembre 2009, 1:17
Località: Toronto(canada)
Aggiungi voto reputazione

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi triplethor venerdì 1 settembre 2017, 9:03

Roger Federer si salva ancora al 5° set: infortuni, ribaltoni e maratona folle con Youzhny

Lo svizzero vince comodamente il primo set, ma viene frenato dai soliti problemi alla schiena e rimontato dal russo che sopra 2 set a 1 accusa a sua volta un infortunio alla gamba destra. Dallo psicodramma esce il vincitore di 19 Slam che al terzo turno sfiderà Feliciano Lopez: 6-1 6-7(3) 4-6 6-4 6-2.

Una partita surreale va in scena sull’Arthur Ashe, una sfida tra due combattenti veri, due tennisti che hanno rifiutato la sconfitta con tutto il cuore nonostante problemi fisici diversi ma tremendamente condizionanti. A uscire vincitore da 3 ore e 7 minuti di psicodramma è Roger Federer, ma la sua schiena preoccupa per il prosieguo del torneo e non lascia al momento molte possibilità al vincitore di 19 Slam.

Eppure il match sembrava un’esibizione nel primo set: un 6-1 in 26 minuti che in realtà poteva essere 6-0. Uno show, un dominio incontrastato dello svizzero, una formalità. Invece, le avvisaglie del pericolo erano dietro l’angolo per il basilese, improvvisamente bloccato dai soliti guai alla schiena. Inizialmente i segnali non erano evidenti, ma il poco ritmo e la poca intensità dei colpi erano una spia accesa. Rigido e spesso tradito dal rovescio slice, Federer si ritrovava così a dover soffrire e la sua palla lenta, unita a un servizio mai spinto al massimo - mancavano almeno 10-15 miglia alla velocità della battuta rispetto alle sue medie – diventava facile preda del numero 101 del mondo.

Youzhny, ex numero 8 ATP, pregustava dunque il primo successo contro re Roger: dopo 16 sconfitte su 16 e 4 set vinti su 40, ne chiudeva 2 su 3 a suo favore spiegabili anche con questi numeri: 7 errori gratuiti nel primo set per l’elvetico, 20 nel secondo e 17 nel terzo. Un sintomo di resa che, invece, improvvisamente si ribaltava: nella follia di una serata newyorkese uno dei tanti generosi allunghi del russo gli costava un infortunio alla gamba destra.

A quel punto il 36enne vincitore di 19 Slam allungava la partita, ma ogni discorso puramente tecnico diventava secondario. Il 35enne Youzhny, anche su una gamba sola, non aveva alcuna intenzione di mollare, così come Federer per uno psicodramma che vedeva entrambi uscire malconci tra gli applausi.

Federer raggiunge così Agassi, al secondo posto all-time nell’era Open, per numero di vittorie agli US Open (80, dietro solo a Connors), ma la 17esima affermazione su Youzhny non viene accompagnata da alcun sorriso. Roger non aveva mai vinto i primi due turni di uno Slam passando indenne da altrettante maratone al quinto set: una fatica fisica e un logorio alla schiena, anche se lui stesso si rifiuta di darlo a vedere, che spiegano questa statistica. Contro Feliciano Lopez al terzo turno non sappiamo se basterà l’ennesimo rifiuto della sconfitta di questo grande campione.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.240
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi jionny venerdì 1 settembre 2017, 13:44

Mi sembra troppo ostinato a sto' punto.Io fossi in lui mi fermerei riposando un po' e tornando a parigi e poi masters.mi sembra abbia fatto abbastanza.ma la competizione non lo ferma al campione piu' forte di tutti i tempi credo.
Immagine
    BY ZAZZICCHIO
Avatar utente
jionny
Interisti
Interisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 15.599
Iscritto il: lunedì 14 settembre 2009, 1:17
Località: Toronto(canada)
Aggiungi voto reputazione

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi triplethor domenica 3 settembre 2017, 11:01

Federer ritorna 'express' e vola agli ottavi: schiena ok, Lopez piegato in 3 set

Dopo i segnali non incoraggianti e le maratone al 5° con Tiafoe e Youzhny, lo svizzero trova in Feliciano Lopez un avversario più "gradito" e dimostra di aver ritrovato un po' di condizione: 6-3, 6-3, 7-5. Federer accede così agli ottavi di finale dove sfiderà Kohlschreiber.

Meno di due ore. Tre set. Una partita rapida, giocata all’attacco e molto convincente dal punto di vista fisico. Dopo gli incubi dei primi due turni contro Tiafoe e Youzhny, Federer sembra voler smentire tutti coloro i quali – noi compresi – insistevano sulle condizioni fisiche di una schiena non al meglio, regolando agilmente Feliciano Lopez e accedendo così alla seconda settimana di US Open.

Sarà stato il tipo di avversario – Lopez si accoppia benissimo al gioco rapido di Federer, dove per altro lo spagnolo non riesce a tenere quel ritmo in spinta dal fondo –; oppure sarà stata la volontà dello svizzero di cavarsela nel modo più rapido possibile dopo le lunghe sfide del centrale che l’avevano fatto entrare in campo più tardi del previsto, ma il mix ha funzionato alla grande.

Il terzo match di Federer all’Open degli Stati Uniti è quello che ne ha messo in mostra la versione più brillante da settimane a questa parte, riconsegnando un po’ di fiducia a coloro i quali sperano di vedere, per lo meno da questo lato, concretizzarsi un classico con Nadal.

Mentre Rafa continua a soffrire mentalmente gli avvi di partita, questa notte Federer è partito spedito e come tale al traguardo è arrivato. Un ritorno del ‘Fedex’ che un solo break ha lasciato per strada in tutta la partita, e per giunta per un paio di ingenuità evitabili del terzo set a partita ormai in controllo.

Lopez ha provato a fare la sua partita, scendendo quando possibile a rete: ma è stato molto spesso impallinato da un ritmo dal fondo che l’ha costretto ad andare oltre i propri limiti e quindi, altrettanto spesso, in errore. Di contro Federer si è perfettamente abbinato a un avversario che non l’ha costretto a scambi lunghi ma che anzi ne ha agevolato lo sviluppo di game molto rapidi, di accelerazioni e passanti. Lo svizzero ha così potuto sfoderare la sua miglior partita, rinfrancato da una condizione fisica che rispetto alle prime contratte due uscite ne ha messo in mostra un giocatore lontano anni luce.

Vedremo se sarà di nuovo così agli ottavi di finale di lunedì, quando Federer sfiderà Kohlschreiber per un posto nei quarti prima dell’eventuale incrocio con Thiem o Del Potro. In un lato di tabellone che a differenza della parte bassa continua a mantenere tutto sommato, nonostante le difficoltà, tutte le sue teste di serie. Federer e Nadal in primis.

Immagine
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.240
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi triplethor martedì 5 settembre 2017, 8:54

I lampi della notte: Federer liquida Kohlschreiber... Ma occhio, è tornato il mal di schiena

Lo svizzero supera 6-4, 6-2, 7-5 Kohlschreiber e liquida così l'avversario per la 12esima volta su 12 in carriera. Alla fine del secondo set però lo svizzero esce dal campo per farsi massaggiare la schiena. Ai quarti di finale troverà Juan Martin Del Potro. Nel femminile cade la Svitolina (dunque o Muguruza o Pliskova nuova numero 1), ma soprattutto gli Stati Uniti mettono 4 tenniste ai quarti.

Il match della notte

da NEW YORK - L’impresa di Del Potro è ufficialmente parte del programma del pomeriggio; e dunque ‘il match della notte’ non può che essere quello di Roger Federer. Missione compiuta per lo svizzero. E questa non è una notizia. Per la dodicesima volta su dodici precedenti infatti Philipp Kohlschreiber si arrende alla classe del campionissimo svizzero, che si impone in poco meno di due ore per 6-2, 6-2, 7-5. Tutto liscio quindi per Federer? Non esattamente.

Il problema in casa dell’elvetico torna ad essere la schiena, che dopo aver dato una tregua con Feliciano Lopez, si ripresenta puntuale alla fine del secondo set. Prima Federer compie degli esercizi appositi sul cambio campo del 5-2, poi chiede il medical timeout uscendo dal campo.

Lo svizzero si ripresenta così nel terzo e senza strafare contiene il tennis di un Kohlschreiber che non ha mai rappresentato un problema in carriera, ma l’incognita a questo punto torna a farsi pressante.

Ai quarti lo svizzero troverà però proprio il “super incerottato” Del Potro, che con un miracolo è riuscito a rinascere dalle proprie ceneri contro Thiem, ma che per sua stessa definizione al termine della partita veniva da “due giorni di malessere" (in conferenza stampa ha poi parlato di febbre dovuta ai continui cambi di temperatura).

Vedremo dunque le reali condizioni di entrambi mercoledì, nel remake di una finale epica nel 2009 terminata al 5° set. Altra epoca per entrambi. Ma soprattutto ben altre condizioni fisiche.

Festa USA nel tabellone femminile

Oltre a Stephens, Venus Williams e CoCo Vandeweghe, gli Stati Uniti fanno festa anche con Madison Keys piazzando la quarta americana su quattro ai quarti di finale. Con la Svitolina è un match tiratissimo, ma l'ucraina - a cui bastava una semifinale per diventare nuova numero 1 del mondo - crolla sul più bello, ovvero sul 4-2 e servizio del terzo set. La Keys aveva vinto il primo al tie-break - dopo essere stata avanti 4-1 - ma si era poi nettamente "impiantata" nel secondo, giocando un tennis sconclusionato e falloso. La Keys è stata però brava sul più bello a non perdersi d'animo, risalendo appunto da 4-2 sotto nel terzo set e sfruttando la bambola di una Svitolina che da quel momento non ha più messo una prima di servizio.

In lizza per la posizione di nuova n°1 della classifica WTA resta dunque solo Karolina Pliskova: la ceca deve arrivare in finale, altrimenti da lunedì la vetta della classifica sarà presa da Garbine Muguruza.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.240
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi triplethor giovedì 7 settembre 2017, 9:05

Il miracolo continua: Del Potro batte anche Federer, l'argentino è in semifinale

Altro giro altra impresa per l'argentino che stende anche il favorito Roger Federer. Del Potro passa per 7-5, 3-6, 7-6(8), 6-4 e trova ora Rafa Nadal in semifinale. Federer in serata no dal punto di vista dei momenti chiave e delle scelte tattiche. Passa un Del Potro più cinico e concreto.

da NEY YORK – La scena finale è la stessa: segno della croce, stretta di mano, racchetta posata con gentilezza al proprio angolo, quattro passi verso il centro del campo, braccia e testa al cielo. L’epica di Juan Martin Del Potro si ripete anche sul centrale dell’Open degli Stati Uniti, e dopo la vittoria del già soprannominato 'flu game' di jordaniana memoria contro Dominic Thiem, il tennista argentino concede il bis anche contro il più atteso e il più tifato del mondo: Roger Federer.

Questa volta nessun dolore e nessuna clamorosa rimonta da situazioni impossibili, ma anzi una partita di grande, grandissimo cinismo per Del Potro. Poche chance. Sempre sfruttate. E’ stata questa la ricetta magica di gigante di Tandil per far fuori – di nuovo – il favorito Federer. In un remake di 8 anni fa che dei due tennisti conservava solo un ricordo di altre velocità e altre condizioni fisiche, ma nella quale per certi versi si sono rivisti temi di fondo assai similari.

Da una parte, infatti, il nervosismo di un Federer fin da subito contratto e con le idee poco chiare dal punto di vista tattico. Per tutto il match, infatti, escluse rarissime interruzioni, lo svizzero ha cercato di stuzzicare (inspiegabilmente) il dritto di Del Potro: unica soluzione con cui l’argentino poteva (e attualmente può) fare punto. E dall’altra, appunto, un Palito invece più che mai lucido nel riconoscere tutti i momenti chiave: dalla prima – e unica – palla break sfruttata nell’undicesimo game del primo set, a quelle di metà quarto set, quando Del Potro ha brekkato Federer per poi sostanzialmente disinteressarti dei game dello svizzero. Il più era fatto a quel punto, e portare a casa i propri turni di servizio l’avrebbe condotto a Rafael Nadal. Dove poi effettivamente l'argentino è arrivato.

In mezzo i veri due set chiave però, dove Federer ha espresso il suo miglior tennis – il secondo parziale, vinto dallo svizzero per 6-3 – e al tempo stesso i suoi peggiori “difetti”, se di difetti possiamo parlare quando si ha a che fare con il maestro svizzero. Federer nel terzo ha infatti sprecato tante chance, specialmente dopo non aver sfruttato l’unica vera leggerezza del match di Del Potro: ovvero il controbreak concesso dall’argentino a metà parziale. Lì sembrava potesse girare la partita, con lo svizzero che, obiettivamente, pareva averne di più. Un set comunque che Del Potro è stato in grado di trascinare al tie-break, ma dove sostanzialmente Federer è sempre stato avanti. Lo svizzero è però riuscito a perderlo, non sfruttando abbastanza incredibilmente 4 set point, di cui due sul proprio servizio. Del Potro, invece, anche in questo caso al primo colpo, si è portato via il banco, chiudendo “lo spareggio” per 10 punti a 8 e indirizzando pesantemente a quel punto l’andamento della partita.

Questa la mera cronaca, a cui aggiungere un sostanziale commento. Quello di Del Potro, che a fine partita, con estrema lucidità, ha così dichiarato a ESPN:

" Abbiamo giocato una grande partita, ma ho meritato di vincere."

Frase e concetto tanto veritieri quanto semplicissimi. Come a volte può essere semplice il tennis: stuzzicare il miglior colpo dell’avversario, checché ne dica Agassi senior, non sempre è la soluzione migliore. Specie se davanti c’è il dritto-cannone di Juan Martin Del Potro. Rafa Nadal è avvisato.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.240
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi triplethor mercoledì 20 settembre 2017, 8:28

Federer: "Dopo gli Us Open ero stanco: voglio chiudere alla grande una stagione da sogno"

È tutto pronto per la Laver Cup, competizione a squadre che nel prossimo fine settimana, dal 22 al 24 settembre, vedrà l'una di fronte all'altra in quel di Praga una squadra europea e una "resto del mondo" capitanate da Bjorn Borg e John McEnroe.

C'è tanta curiosità nel vedere scendere in campo insieme nel "Team Europe" due mostri sacri del calibro di Rafa Nadal e Roger Federer, due che nel 2017 si sono spartiti i quattro titoli dello Slam - Australian Open e Wimbledon a Federer, Roland Garros e US Open a Nadal. Un evento in cui si vedranno regole un po' diverse da quelle del circuito ATP: ogni giorno sono in programma tre singolari e un doppio, al meglio dei tre set, con un tie-break a 10 punti in caso di terzo set. Federer tiene molto a questo evento ed è già arrivato sul posto.

La schiena ora sta bene

" Dopo gli US Open non mi sono allenato molto, ero stanco e dolorante in diverse parti del corpo e ho cercato di riposare e di essere pronto per la Laver Cup. La schiena sta bene. Cercherò di allenarmi ogni giorno fino a venerdì quando ci saranno le prime partite. Mercoledì ci sarà un evento simile a quello svolto a febbraio con tutti i giocatori in Piazza della Città Vecchia. Faremo anche una cena ufficiale tra di noi giocatori, speriamo di costruire un bello spirito di squadra. "

Spero di giocare con Nadal

" Farò di tutto per essere pronto per ogni partita. Sarà Bjorn Borg a decidere tutto. Spero di poter giocare i doppi con Rafa e almeno una partita in singolare, non importa quale giorno sarà. È un nuovo evento con un nuovo format. È difficile fare un confronto con le Olimpiadi, che hanno molti anni di storia. E anche la Coppa Davis, seppur sia una competizione a squadre, è un evento completamente diverso. La Laver Cup dura solo tre giorni"

2017, l'anno di Federer e Nadal

" Mi sento come nel 2006 o 2005. Sono molto felice per Rafa. Due Slam ciascuno è certamente una grande sorpresa. Alcuni infortuni degli avversari ci hanno aiutati, ma lo stesso si può dire al contrario. Per noi è una stagione da sogno che si spera di concludere in grande stile"

_______________________________________________________________________________________________

Federer-Nadal, da avversari a compagni di squadra: eccovi la Laver Cup

Rafa e Roger per la prima volta in carriera da avversari a compagni di squadra. E' la formula della nuova Laver Cup, torneo-esibizione al via questo weekend in quel della O2 Arena di Praga e che vedrà opposta l'Europa al Resto del Mondo. 12 tennisti, due capitani d'eccezione e tanta curiosità per capire su quale reale spirito si svilupperà questo evento.

Cinque dei primi sette giocatori della classifica mondiale. Ma anche – e soprattutto – una entry list di partecipanti che dei 12 protagonisti complessivi vede 10 giocatori che occupano le prime 20 posizioni del ranking ATP.

D’altra parte ci aveva messo la faccia in prima persona proprio Roger Federer, uno dei principali sponsor di una competizione secondo alcuni destinata, in futuro, a soppiantare la Coppa Davis.

Non sapremo se ci riuscirà, ma c’è molta curiosità intorno alla Laver Cup che prenderà il via per la prima volta proprio questo weekend (22-24 settembre) alla O2 Arena di Praga.

Un veloce indoor che vedrà svilupparsi una formula molto simile a quella della Ryder Cup di golf: ovvero Europa contro Resto del mondo.

La formula della Laver Cup prevede tre giorni di incontri, con 3 singolari e un doppio ogni giornata. E un eventuale doppio decisivo in caso di parità. Le scelte di formazione dei due capitani, come avviene nella Ryder Cup, saranno comunicate all’inizio e bloccate, senza conoscere quelle della squadra avversaria.

Da comprendere dunque solo con quale spirito i diretti interessati decideranno di giocare questa nuova competizione: semplice esibizione? Qualcosa in più? Oppure daranno il massimo per dare credibilità alla neonata competizione?

Non resta che attendere il fine settimana per capire questo… E soprattutto per vedere insieme, per la prima volta, Federer e Nadal. Che dopo tanti scontri e partite leggendarie, giocheranno questa volta per la stessa squadra.

Europa

Rafael Nadal (Spagna) Numero uno ATP, fresco vincitore degli US Open, potrebbe ritrovarsi di fronte Del Potro, sconfitto in semifinale nello Slam statunitense.
Roger Federer (Svizzera) Numero due della classifica, ha espresso il desiderio di giocare il doppio con Nadal ealmeno un singolare.
Marin Cilic (Croazia) Numero 5 del mondo, ha appena salvato la sua Nazionale dalla retrocessione in Coppa Davis con una gran prestazione in Colombia.
Dominic Thiem (Austria) Numero 7 ATP, anche lui ha giocato gli spareggi in Coppa Davis. L’Austria però è nel Gruppo II della Zona Europa/Africa.
Alexander Zverev (Germania) Numero 4 del mondo, principale esponente della cosiddetta NextGen, è in testa alla Road to Milan.
Tomas Berdych (Repubblica Ceca) Numero 19 della classifica, non ha giocato in Coppa Davis e la sua Nazionale è retrocessa, lasciando via libera all’Italia tra le teste di serie nel tabellone 2018.
Capitano: Bjorn Borg (Svezia) In carriera ha vinto 11 titoli Slam, 6 al Roland Garros e 5 a Wimbledon.

Resto del Mondo

John Isner (Stati Uniti) Numero 17 al mondo, il bombardiere americano punta ad una vittoria di prestigio in Repubblica Ceca.
Nick Kyrgios (Australia) Reduce dalla cocente eliminazione in semifinale in Coppa Davis con la sua Nazionale, il numero 20 ATP punta a riscattarsi in questo torneo-esibizione.
Jack Sock (Stati Uniti) Numero 21 della classifica, potrebbe essere la sorpresa del torneo, portando a casa scalpi importanti.
Denis Shapovalov (Canada) Numero 51 al mondo il giovane canadese è in rampa di lancio e punta dritto alle ATP NextGen Finals.
Sam Querrey (Stati Uniti) Numero 16 ATP, è il migliore in classifica tra i tennisti del Resto del Mondo.
Frances Tiafoe (Stati Uniti) Rimpiazza Juan Martin Del Potro, ritiratosi per problemi fisici del post US Open. Tiafoe è anche lui un protagonista in rampa di lancio verso le NextGen Finals.
Capitano: John McEnroe (Stati Uniti) In carriera ha vinto 7 Slam in singolare, 9 in doppio e 1 in doppio misto. Storica la sua rivalità con Borg.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.240
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi triplethor domenica 24 settembre 2017, 10:39

Nadal-Federer, la prima insieme in doppio è vincente: per Querrey-Sock non c'è scampo alla Laver Cup

I due super capitani del Team Europe vincono al tie-break il primo storico match di doppio giocato in coppia: spettacolo per il pubblico ceco e anche a qualche giocata veramente divertente.

35 Slam in campo insieme uno a fianco all’altro: basta questo numero per capire la straordinarietà dell’occasione di vedere insieme Rafael Nadal e Roger Federer giocare in doppio nella Laver Cup. C’era grande attesa e le due leggende viventi del tennis non hanno deluso le attese del pubblico presente a Praga: portando a casa una vittoria fondamentale per il Team Europa e brani di tennis veramente interessanti ed inediti.

Contro Sam Querrey e Jack Sock, Rafa e Roger non hanno però avuto vita facile ma hanno comunque saputo soffrire e portare a casa la bramata vittoria che permette al Team Europa di trovare il punto del 9-3 contro il Resto del Mondo. Vinto il primo set per 6-4, Federer e Nadal sono andati in difficoltà nella seconda frazione cedendo di schianto 6-1. Al momento decisivo, però, Federer e Nadal hanno tirato fuori la classe e la grinta che ha sempre contraddistinto la loro carriera e in un super tie-break si sono imposti per 10/5 guadagnandosi la standing ovation della O2 Arena.

_______________________________________________________________________________________________

Laver Cup, Federer fa da coach a Zverev: l'allievo va a scuola dal maestro

Durante il match del tedesco contro Shapovalov, valido per la Laver Cup, lo svizzero dà dei consigli al collega del team Europe.

È stata la giornata dei tie-break alla Laver Cup, torneo-esibizione iniziato oggi alla O2 Arena di Praga e che terminerà domenica 24 settembre. Sono presenti cinque dei primi sette giocatori della classifica mondiale e 10 tennisti (su 12 partecipanti) che occupano le prime 20 posizioni del ranking ATP.

La formula, molto simile a quella della Ryder Cup di golf - ovvero Europa contro Resto del mondo – nel terzo singolare della prima giornata ha visto scendere in campo Alexander Zverev e Denis Shapovalov. Il canadese sul veloce indoor ha salvato quattro match-point, ma si è dovuto arrendere al tedesco al quinto perdendo 7-6(3) 7-6(5). Zverev, in un match che vedremo spesso nei prossimi anni con una posta in palio ben diversa, ha così dato il 3-0 all’Europa contro il Resto del mondo dopo i successi di Cilic su Tiafoe (7-6, 7-6) e di Thiem su Isner (6-7 7-6 10-7).

Tutti tie-break dunque compreso un super tie-break tra l’austriaco e l’americano. Durante un cambio di campo Roger Federer, che ha espresso il desiderio di giocare un doppio con Nadal e almeno un singolare, ha fatto da coach a Sascha davanti a capitan Borg (l’altro capitano è McEnroe). E i risultati sul campo, considerato il verdetto finale, si sono visti...

La formula della Laver Cup prevede tre giorni di incontri, con tre singolari e un doppio ogni giornata (e un eventuale doppio decisivo in caso di parità). Secondo alcuni questa competizione è destinata un giorno a sostituire la Coppa Davis. Nel doppio odierno Berdych e Nadal sfidano Kyrgios e Sock.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.240
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Re: ROGER FEDERER:THE BEST

Messaggiodi triplethor lunedì 25 settembre 2017, 8:51

Laver Cup: Federer batte Kyrgios e fa vincere l'Europa. La formula funziona

Lo svizzero al termine di una partita bellissima porta i 3 punti che fanno chiudere la 3 giorni sul 15-9 a favore dell'Europa. Australiano addirittura in lacrime per una competizione che da molti era stata definita solo come un'esibizione, ma che come tale per 3 giorni non è stata assolutamente giocata. Insomma, buona la prima di questa Laver Cup. Anche se la chiave, ovviamente, è nel futuro...

E’ finita nella maniera più epica possibile, un sogno per gli organizzatori: Federer contro Kyrgios, con lo svizzero costretto ad annullare un match point che avrebbe portato ogni discorso al doppio decisivo. Alla fine però lo Roger ha girato una partita che tale più che mai è stata, facendo esplodere di gioia la panchina dell’Europa – Rafa Nadal in primis – e lasciando addirittura in lacrime il tennista australiano, autentico trascinatore del Resto del Mondo in questa tre giorni di tennis.

Insomma, tennis che tale è stato e dietro al quale si celavano fondamentalmente tutte le incognite di questa “esibizione” (virgolettato è d’obbligo a questo punto). Per un intero weekend infatti tutti i tennisti impegnati si sono dati realissima battaglia, dimostrando come per la prima edizione di un evento voluto fortemente dallo stesso Roger Federer, si sia voluto fare le cose su serio. Da entrambe le parti.

In un pieno spirito federalista, l’Europa ha affrontato la competizione esattamente come i golfisti europei lo fanno con la Ryder Cup quando devono sfidare gli Stati Uniti: ovvero cercando di dare il meglio per un trofeo più vero che mai. L’unica differenza? La Ryder Cup si gioca così dal lontano 1927, la Laver Cup era alla sua prima edizione.

Una competizione per alcuni destinata a soppiantare la Coppa Davis; per altri invece come una semplice spinta all’ITF – che la Coppa Davis la organizza – per riformarla definitivamente. Non possiamo sapere quale sarà il reale futuro di una e dell'altra, ma fatto sta che questa Laver Cup è stata un reale successo. Di pubblico, in primis: con quasi 100mila persone in 6 sessioni di gioco alla O2 Arena di Praga. E di rendimento, senza dubbio; con lo stra-favorito team Europa guidato da Federer e Nadal che più del previsto ha dovuto soffrire per portare via un successo dato da tutti per scontato.

Merito soprattutto di Nick Kyrgios, come detto, protagonista di un singolare e due doppi vinti; oltre che naturalmente della splendida e decisiva partita con Federer. Ma anche di una formula nell'assegnazione dei punteggi molto “ruffiana”: ogni partita vinta il venerdì è valsa un punto; il sabato due punti e la domenica tre punti. Traduzione, nonostante il doppio 3-1 dell’Europa nei primi 2 giorni, si è arrivati oggi con ancora tutta la posta sul tavolo.

E dunque Laver Cup che ha regalato emozioni fino all'ultimo e promossa quindi a pieni voti. Resterà da capire, appunto, quanto nel lungo (lunghissimo) periodo tutto ciò potrà funzionare. Ovvero quando lo straordinario traino dei due tennisti più vincenti di sempre smetterà di riempiere i palazzetti a priori (o come in questo caso con la sola promessa di un doppio, come quello visto sabato sera tra i due, destinato a restare nella storia), per lasciare spazio al contenuto del futuro.

La sensazione però è che al di là dei nomi, tutto davvero dipenderà dallo spirito dei contendenti. E che se sarà quello di questo weekend, può certamente dare un futuro all’”esibizione” più seria che si sia mai vista nella storia del tennis.

_______________________________________________________________________________________________

Nadal e Federer: "Per sempre rivali, ma giornata indimenticabile"

Nella seconda giornata della Laver Cup l'attesa era tutta per loro e Roger Federer e Rafael Nadal non hanno deluso le attese.

Prima i due miti del tennis mondiale hanno vinto i rispettivi match di singolare e poi scendendo in campo in serata in un doppio stellare, che ha mandato in visibilio il pubblico della O2 Arena di Praga e che si è concluso con la vittoria di questi due fenomeni. C'era grande attesa anche per la conferenza stampa congiunta, e anche questa non ha deluso le aspettative.

Nadal: "Giornata storica"

" È stata un giornata storica per noi. Dopo tutta la storia che abbiamo alle spalle come rivali, stare insieme dalla stessa parte del campo e lottare per la stessa squadra è qualcosa che ci è piaciuto molto. L’atmosfera per questo match e per tutto il weekend è stata fantastica. Il pubblico ceco qua a Praga è grandioso. Ci sentiamo molto fortunati a far parte di questo grande evento per la prima volta nella storia. Avere la possibilità di stare accanto a Roger per me è un grande privilegio. È qualcosa che ho sempre sognato che succedesse e oggi era il giorno ideale per realizzare questo desiderio."

Federer: "Un momento da ricordare"

" Prima di oggi avevamo fatto solo allenamento insieme una volta, è stato qualcosa di molto speciale stare dalla stessa parte della rete. Saremo sempre rivali ma questo doppio lo ricorderò per sempre. Dopo la Laver Cup torneremo rivali, grazie a Dio, o sfortunatamente, mettetela come vi pare. Ma è stato davvero speciale. È stato un piacere enorme condividere il campo con Rafa. Sapendo che ti puoi fidare di lui nei momenti decisivi, vedere il suo modo di prendere le decisioni, come ragiona, è stato molto interessante e questi ricordi me li porterò dietro per tutta la vita, di sicuro"

Nadal e Federer insieme per un torneo, ma non in futuro: "Non avrebbe senso continuare a fare doppi insieme, siamo due giocatori di singolo, andremo avanti così".

_______________________________________________________________________________________________

Nadal-Federer, la prima insieme in doppio è vincente: per Querrey-Sock non c'è scampo alla Laver Cup

I due super capitani del Team Europe vincono al tie-break il primo storico match di doppio giocato in coppia: spettacolo per il pubblico ceco e anche a qualche giocata veramente divertente.

35 Slam in campo insieme uno a fianco all’altro: basta questo numero per capire la straordinarietà dell’occasione di vedere insieme Rafael Nadal e Roger Federer giocare in doppio nella Laver Cup. C’era grande attesa e le due leggende viventi del tennis non hanno deluso le attese del pubblico presente a Praga: portando a casa una vittoria fondamentale per il Team Europa e brani di tennis veramente interessanti ed inediti.

Contro Sam Querrey e Jack Sock, Rafa e Roger non hanno però avuto vita facile ma hanno comunque saputo soffrire e portare a casa la bramata vittoria che permette al Team Europa di trovare il punto del 9-3 contro il Resto del Mondo. Vinto il primo set per 6-4, Federer e Nadal sono andati in difficoltà nella seconda frazione cedendo di schianto 6-1. Al momento decisivo, però, Federer e Nadal hanno tirato fuori la classe e la grinta che ha sempre contraddistinto la loro carriera e in un super tie-break si sono imposti per 10/5 guadagnandosi la standing ovation della O2 Arena.
Avatar utente
triplethor
Juventini
Juventini
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 7.240
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2008, 20:37
Località: lost mind
Aggiungi voto reputazione

Precedente

Torna a Altri Sport

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Powered by phpBB © phpBB Group
Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Inserisci l'indirizzo e-mail con cui ti sei registrato

Recupera il tuo Sky iD
Ti informiamo che a breve riceverai via mail il tuo username
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Recupera password
Username non trovato in archivio.
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...