Re: Con Trump Presidente il mondo sarà in pericolo!

Messaggiodi aangeloo lunedì 27 febbraio 2017, 15:04

Putin Trump e tra poco la LePen : ci penseranno loro a spazzare via tutta l'immondizia accumulata da cattocomunisti in questa pseudo europa


: Ciao :
Immagine[/U
Avatar utente
aangeloo
Espulsi
Espulsi
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 4.802
Iscritto il: martedì 4 marzo 2014, 18:48
Località: Vicino a Milanello
Aggiungi voto reputazione

Re: Con Trump Presidente il mondo sarà in pericolo!

Messaggiodi george2012 martedì 28 febbraio 2017, 23:55

aangeloo ha scritto:Putin Trump e tra poco la LePen : ci penseranno loro a spazzare via tutta l'immondizia accumulata da cattocomunisti in questa pseudo europa


: Ciao :


Intanto lascia stare la Le Pen, perchè è sì un fenomeno, ma è di là da venire per poter dire qualcosa di definitivo.. Invece ora dobbiamo interrogarci proprio su Trump e sulle sue "bizzarre" per non dire pericolose idee politiche che un giorno si e l'altro pure, sta portando avanti, incurante dei problemi e delle forti perplessità, che va suscitando in giro, un pò con i media, poi con l'apparato ed ultimissimamente, addirittura con la Russia di Putin, (fine dell'"idillio"?), per cui anche su questo versante, esimio Angelo ci andrei piano a sciorinare certezze!

Difatti, ecco come han reagito a Mosca dopo quelle roboanti, inquietanti esternazioni sull'idea di potenziare il budget del Pentagono in materia di armamenti (per rendere più sicura l'America, dice lui...), ovvero vuol far stanziare la stratosferica bellezza di ben 53 miliardi di $ per potenziare sistemi bellici degli USA!

da "La Repubblica" - 28 febbraio 2017
http://www.repubblica.it/esteri/2017/02 ... P1-S1.4-T1
Mosca a Trump: "Basta, la tua retorica è pericolosa"
Il presidente della Commissione Esteri della Duma e il vice ministro degli Esteri replicano alla decisione del presidente americano
MOSCA - È passato poco più di un mese dall’insediamento di Trump e le promesse di disgelo da parte del neo-presidente statunitense hanno lasciato il passo a minacce di riarmo nucleare che disorientano e allarmano Mosca. Le relazioni tra Stati Uniti e Russia, ha detto il viceministro degli Esteri russo Serghej Rjabkov, sono al punto più basso dalla guerra fredda. Sembrava, ha proseguito, che ci fosse la possibilità di livellarle o addirittura di rilanciarle, ma il fatto che il Congresso statunitense stia preparando “un blocco economico” contro la Russia per impedire a Trump di allentare le sanzioni “sta calpestando ogni speranza di migliorare le relazioni”. Sebbene il progetto di legge sia ancora in fase di elaborazione, “non possiamo escludere – ha detto Rjabkhov – la possibilità che vada avanti vista la portata dei sentimenti anti-russo a Capitol Hill”. Il ministero degli Esteri non vuole “sovra-drammatizzare la situazione” ma, ha concluso, “stiamo accuratamente documentando tutti i segnali che arrivano da Washington”.
Dello stesso avviso Leonid Slutskij, a capo della Commissione Esteri alla Duma. “Per ora – ha detto il deputato – c’è soltanto retorica, ma questa retorica viene accompagnata ai massimi vertici da dichiarazioni abbastanza allarmanti sia sul possibile abbandono del trattato Start-3 (sul disarmo nucleare, ndr), sia sul potenziamento del potenziale nucleare”. Come pure, ha osservato, c'è una “retorica positiva. Ma per ora solo di retorica si tratta benché ognuno di noi in cuor suo speri che si possa trasformare in un’azione ugualmente costruttiva e concreta”.
Al momento a Mosca non resta che formulare una posizione sulla sicurezza "prendendo atto della presenza americana in Europa", ma quel che auspica il deputato Slutsky è che “la difesa americana non venga puntata contro la Russia come potenziale nemico aprendo di fatto una nuova guerra fredda, ma che, insieme con gli Stati Uniti, si possa creare una nuova, stabile e sicura architettura mondiale del nuovo secolo”. Come sempre, su tutto pesa l’imprevedibilità del presidente americano. Per questo, promettono deputato e viceministro, ascolteranno con molta attenzione il discorso che Trump terrà più tardi al Congresso.
- - - - -
Come vedi quel tuo trionfalistico trio, è già quasi in frantumi..
Oso sperare che nel discorso di stanotte sullo Stato dell'Unione, Trump si pronunci meno tracotante e sia più sfumato e meno guerrafondaio.. Purtroppo dietro di lui, ci sono le potentissime lobby degli armamenti che spingono per avere finanziamenti a tutto spiano.. Se Trump li asseconderà, porterà l'America a ...sbattere! Mi auguro tanto di sbagliarmi..
Buonanotte...
george2012
Habitué
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 1.772
Iscritto il: giovedì 14 giugno 2012, 18:17
Aggiungi voto reputazione

Precedente

Torna a Politica Internazionale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Powered by phpBB © phpBB Group
Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Inserisci l'indirizzo e-mail con cui ti sei registrato

Recupera il tuo Sky iD
Ti informiamo che a breve riceverai via mail il tuo username
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Recupera password
Username non trovato in archivio.
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...