Hai il Diavolo nel cuore? Entra qui e condividi la tua passione

A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi richytesta lunedì 11 settembre 2017, 13:02

Gli anni passano, i figli crescono, i genitori invecchiano, ma le vecchie sane abitudini non si perdono mai. Come al solito, nella migliore tradizione del perfetto tifoso, ci si inçazza a morte per la prima sconfitta così come ci si esalta da pazzi alla prima vittoria. Se qualcuno si fosse per caso convinto che, presi tot bravi calciatori, avremmo chiuso il campionato con trentotto vittorie, mi dispiace per il suo brusco risveglio.

Quando scrissi il mio primo “a mente fredda”, l'allora Milan di Allegri (il primo) veniva dal pareggio all'Olimpico proprio contro la Lazio. La corazzata con Thiago Silva e Nesta, Ibrahimovic e Robinho, Pirlo, Gattuso e Seedorf, aveva racimolato la miseria di quattro punti in quattro partite. Ricordo che scrissi di un palazzo in costruzione, dopo le macerie degli anni passati. Tanto per capirci, prima dell'arrivo di Allegri venivamo da due terzi posti (2009 e 2010) e da un quinto posto (2008). La squadra che scese in campo nelle prime partite, contava solo tre nuovi innesti, oltre ad un nuovo allenatore. Piovvero critiche a non finire, il palo di Ibra su rigore a Cesena lo aveva fatto bollare come flop, il pareggio con il Catania fu un bagno di sangue. Poi sappiamo tutti cosa avvenne in corso d'opera, e come andò a finire.

Quel Milan, oltretutto, aveva a disposizione una base solida dalla quale ricominciare. Quest'anno, la situazione di partenza è ancor più complicata. La squadra viene da un decimo (2015), settimo (2016) e sesto posto (2017). Se nel 2011 furono tre i nuovi innesti (quelli principali almeno, quattro se contiamo Cassano a gennaio), la squadra che è scesa ieri in campo, all'opposto, contava solo quattro giocatori già in rosa dalla passata stagione (cinque con l'ingresso di Bonaventura). La sessione estiva del mercato ha portato in dote undici calciatori nuovi, di cui almeno cinque (Bonucci, Musacchio, Conti, Kessie, Biglia) possono essere considerati titolari più o meno inamovibili, mentre gli altri sei completano una rotazione necessaria per far fronte a più impegni. La bravura della società è stata quella di mettere a disposizione del tecnico la maggior parte dei calciatori prima della stagione, per permettere al tecnico di iniziare subito a dare la sua impostazione. Pur non volendo trovare attenuanti alla debacle di ieri, quando una squadra è così fresca di costruzione, certe partite necessitano di un'attenta preparazione, non di due giorni scarsi di allenamenti.

Se sette anni fa si parlava di ricostruzione, figuriamoci adesso. Nulla toglie che la sconfitta di ieri pomeriggio è stata dura, meritata e bisognosa di un'attenta analisi da parte dell'allenatore e del suo staff. Prima però di cominciare a gettare la croce sui calciatori, specie su quelli appena arrivati, soprattutto su quelli alla prima stagione nel campionato italiano (vedi Rodriguez), vale la pena ricordare che si vince e si perde di squadra. Poi si possono anche valutare errori ed indecisioni di allenatore e calciatori, come la scelta di Calabria, ieri totalmente perso sulla fascia destra, o di Montolivo (bravo, hai fatto gol, ma per il resto?) schierato assieme a Biglia con il solo Kessie in copertura (e se deve correre anche per gli altri due, alla mezzora non ci capisce più nulla). Ma il senso è che ieri tutta la squadra, dopo un inizio incoraggiante, si è persa in se stessa, affondata dai colpi di una Lazio più forte e più abituata a giocare insieme. Mettici anche un Immobile in stato di grazia, ed il gioco è fatto.

Questa squadra, il Milan, ha un ottimo potenziale, ma adesso ha bisogno di un'identità. E questo è ciò che chiedo a Montella, dare un'identità netta a questo gruppo. Il materiale a disposizione è di qualità, sta a lui plasmarlo al meglio e trovare una quadra efficace. Di moduli non parlo, sono solo numeri, e se non trovano applicazione sul campo, rimangono un puro esercizio di stile. Al tecnico l'arduo compito di assemblare i pezzi per formare un insieme, e di dargli un'anima. E quell'anima i calciatori la devono poi buttare sul campo ogni partita. I discorsini motivazionali vanno benissimo alle porte di una sfida per l'Europa come quella con lo Shkendija, ma vanno poi fatti durare nel tempo, vanno onorati anche quando si affrontano avversari più importanti. Se no si rischia di diventare una macchietta, e noi non siamo l'Inter...
I guai sono come i fogli di carta igienica: ne prendi uno, ne vengono dieci
Il mondo si divide in buoni e i cattivi. I buoni dormono meglio, ma i cattivi, da svegli, si divertono molto di più
aforismi by Woody Allen

COME I FUNGHI [cit.]
Avatar utente
richytesta
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 4.282
Iscritto il: giovedì 29 aprile 2010, 15:03
Località: Milano
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi joys14 lunedì 11 settembre 2017, 13:26

Si Richy, concordo in pieno con quello che scrivi, già il campionato italiano è difficile per gli italiani figuriamoci per stranieri che non conoscono neanche la lingua, la sconfitta dimostra che il Milan è un cantiere aperto e siamo solo alle fondamenta.
Il lavoro del mister in questo caso è fondamentale, già stamattina girano critiche dalla dirigenza sul modulo adottato, Montella in questa stagione deve dimostrare di essere un ottimo allenatore, il parco giocatori a disposizione è buono sta a lui assemblarlo nella giusta maniera.
Immagine
Avatar utente
joys14
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 9.527
Iscritto il: venerdì 6 maggio 2011, 15:36
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi rampant_wolf lunedì 11 settembre 2017, 13:29

che poi se vai a vedere il Milan ha 6 punti dopo tre gare...come al solito, tra la fanfara dei giornalari milanesi e l'isteria da femminucce di una parte della tifoseria, si finisce sempre per stravolgere la realtà...dal Milan dei fenomeni al Milan dei pipponi in 90 minuti...e c'è gente che dice che a Roma c'è un ambientaccio...invece a Milano... :lol: :lol: :lol:
Immagine
Avatar utente
rampant_wolf
Saggio
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 10.055
Iscritto il: lunedì 2 febbraio 2015, 19:51
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi joys14 lunedì 11 settembre 2017, 13:48

Ma più che altro a montare la sconfitta in maniera esponenziale sono i giornalisti che hanno da commentare il clamoroso tonfo del Milan all'Olimpico :roll:
Immagine
Avatar utente
joys14
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 9.527
Iscritto il: venerdì 6 maggio 2011, 15:36
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi skyid_1554641 lunedì 11 settembre 2017, 13:59

Bellissimo pezzo, per me hai ragione in parte.
Ritengo che si potesse benissimo perdere a Roma, con una squadra in costruzione, ma non così, prendendo in pochi minuti 4 gol...
E' inaccettabile e ci sono pesanti responsabilità di tutti, allenatore e giocatore.
Di certo siamo ancora all'inizio, speriamo sia qualcosa che non si ripeterà mai più e lo spero perché io credo in questo gruppo.
CesareJr
Avatar utente
skyid_1554641
Simpatizzante
Messaggi: 141
Iscritto il: sabato 20 maggio 2017, 10:05
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi papero89 lunedì 11 settembre 2017, 14:49

concordo anche io con il pezzo
infatti la partita di ieri mi ha ricordato un pò cesena-milan 2-0 del 2010....sconfitti e umiliati da schelotto,bogdani e giaccherini.
quell'anno come ha giustamente ha detto richy ci mettemmo tempo ad ingranare....e anche le prime vittorie(1-0 al genoa e al parma)arrivarono piu che altro grazie alle giocate dei singoli(ibra e pirlo)...!!!...la chiave quell'anno fu la sconfitta di madrid per 2-0...dove non vedemmo palla per tutta la partita e ci andò pure bene. dopo quella partita fu fatto fuori ronaldinho...!!!...
quest anno abbiamo cambiato di piu e non siamo a quei livelli..!!!...piu che il discorso tattico(normale che ci voglia tempo e normale che la partita di ieri con giocatori che sono tornati giovedi e venerdi non l hai preparata benissimo) a me preoccupa quello mentale...!!!..paradossalmente l'europa league può essere un aiuto perchè solo giocando sarà possibile assemblare la squadra piu velocemente...
papero89
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 13.319
Iscritto il: giovedì 14 febbraio 2008, 13:09
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi thehate lunedì 11 settembre 2017, 16:18

Bentornato Richy.
Anche io ripenso al 2010 e alla partita di Cesena per consolarmi, però era una situazione veramente diversa.
Avevamo fatto un mercato con pochi giocatori arrivati alla fine, tra cui quel fenomeno di Ibra. Le avversarie non hanno avuto tempo di rispondere ed era di fatto una lotta a due tra noi e l'Inter redce dal triplete ma con un nuovo allenatore.
Noi eravamo una grande decaduta, i senatori erano ancora lì ma c'erano delle critiche (Seedorf su tutti, Pirlo ci lascerà a fine anno nella quasi indifferenza generale, Super Pippo era a mezzo servizio).
Qua invece manca la spina dorsale, abbiamo dovuto dare la fascia al capitan futuro della Juventus perchè nessun altro sembrava meritarsela. Abbiamo un approccio puramente aziendalista, manca quel campione a cui tutti possono affidarsi e che fa rendere meglio anche i gregari.

Qualche analogia però la si può trovare:
- Thiago Silva era forte, ma non ancora il più forte. Crebbe partita dopo partita e con Nesta formò una coppia quasi impenetrabile. Abate crebbe moltissimo anche lui, fino a stoppare CR7 in Champions.
- In attacco c'era il caso Pato-Ibrahimovic, ma alla fine ognuno ha trovato il suo spazio nei momenti cruciali ed è stato utile a modo suo. Pato nel derby per esempio, quando Ibra era squalificato.
- L'oggetto misterioso: prima era Boateng, a cui Allegri trovò il ruolo di trequartista atipico. Quest'anno è Calhanoglu che deve trovare il suo posto in campo.

I giornalisti stanno facendo davvero un lavoro pietoso.
Se prendiamo uno ad uno i titolari della squadra, sono giocatori che hanno esaltato all'inverosimile negli anni scorsi (Donnarumma, Bonucci, Biglia su tutti). Due terzini così ci mancavano da tempo, un regista pure.
I nostri competitor hanno forse attaccanti migliori, ma la Juve ha vinto il campionato con Matri e Vucinic.
La tua vita non ha senso senza un po' di thehate.
Avatar utente
thehate
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 2.095
Iscritto il: venerdì 5 luglio 2013, 12:56
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi skyid_1682912 lunedì 11 settembre 2017, 16:47

Cito "Ricordo che scrissi di un palazzo in costruzione, dopo le macerie degli anni passati. Tanto per capirci, prima dell'arrivo di Allegri venivamo da due terzi posti (2009 e 2010) e da un quinto posto (2008)."

Quindi le macerie di una squadra sarebbero due terzi posti, entrambi con il titolo conteso a lungo all'Inter? Come vi avevano abituati :lol:

Per correttezza, se si ricorda il quinto posto andrebbe anche rammentata la vittoria della CL, della Super e del Mondiale, visto che quella stagione negativa fu strettamente legata a quei trionfi.... Inoltre questo Milan non dovrebbe essere un cantiere visto che il grande duo ha preparato la rosa molto presto, quello di Allegri era infinitamente più forte e aveva avuto difficoltà soltanto a infilare i due nuovi galli nel pollaio
skyid_1682912
Esordiente
Messaggi: 9
Iscritto il: domenica 10 settembre 2017, 18:39
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi thehate lunedì 11 settembre 2017, 17:07

skyid_1682912 ha scritto:Cito "Ricordo che scrissi di un palazzo in costruzione, dopo le macerie degli anni passati. Tanto per capirci, prima dell'arrivo di Allegri venivamo da due terzi posti (2009 e 2010) e da un quinto posto (2008)."

Quindi le macerie di una squadra sarebbero due terzi posti, entrambi con il titolo conteso a lungo all'Inter? Come vi avevano abituati :lol:

Per correttezza, se si ricorda il quinto posto andrebbe anche rammentata la vittoria della CL, della Super e del Mondiale, visto che quella stagione negativa fu strettamente legata a quei trionfi.... Inoltre questo Milan non dovrebbe essere un cantiere visto che il grande duo ha preparato la rosa molto presto, quello di Allegri era infinitamente più forte e aveva avuto difficoltà soltanto a infilare i due nuovi galli nel pollaio

Comunque tu mistifichi la realtà proprio.
Nel 2007 avevamo la squalifica in campionato, motivo in più per concentrarsi sulla CL, che anche un po' inaspettatamente siamo riusciti a vincere. Da lì poi è iniziato il declino.
2008, 2009 e 2010 non siamo stati in lotta per lo scudetto, abbiamo pure rimediato uno dei derby più imbarazzanti della storia.

_______________________________________________________________________________________________

Poi se tu sei contento che il Milan abbia vinto un singolo scudetto tra i 5 dell'Inter (o 4 a dir si voglia) e i 6 della Juventus, il problema è tuo.
La Champions è di 10 anni fa, nel frattempo ha fatto in tempo a vincerla l'Inter e ad arrivare in finale la Juventus (2 volte).
La tua vita non ha senso senza un po' di thehate.
Avatar utente
thehate
Milanisti
Milanisti
 
Anni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizioneAnni di iscrizione
Messaggi: 2.095
Iscritto il: venerdì 5 luglio 2013, 12:56
Aggiungi voto reputazione

Re: A mente fredda... tutto nuovo, niente di nuovo...

Messaggiodi skyid_1682912 lunedì 11 settembre 2017, 17:29

Si hai ragione.... Il Milan ha vinto una CL scandalosa mille anni fa giusto perché aveva la penalizzazione in campionato, poi la Supercoppa perché Jankulovski e Inzaghi avevano fatto buone ferie, il Mondiale per club perché troppo facile.... Poi il tracollo lungo addirittura un anno, altrimenti se conti i due terzi posti come fallimenti totali allora ieri abbiamo preso quattro pere da una squadra che la stagione passata ha vissuto un incubo... No, mai stati in lotta per lo scudetto, il Milan arrivò secondo a pari punti con la Juve a - 10 dall'Inter stra aiutata di quel periodo, facendo 4 punti nelle ultime 4, senza mai lottare per il titolo : Thumbup :
skyid_1682912
Esordiente
Messaggi: 9
Iscritto il: domenica 10 settembre 2017, 18:39
Aggiungi voto reputazione

Prossimo

Torna a Milan

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Powered by phpBB © phpBB Group
Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Inserisci l'indirizzo e-mail con cui ti sei registrato

Recupera il tuo Sky iD
Ti informiamo che a breve riceverai via mail il tuo username
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Recupera password
Username non trovato in archivio.
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...